Amici della Forteguerriana

Logo dell'Associazione Amici della Forteguerriana

 

L'Associazione culturale Amici della Forteguerriana è nata nel marzo 2011 con l'obiettivo di "studiare e proporre iniziative e progetti atti a favorire la conservazione e il potenziamento delle raccolte della biblioteca, con particolare riguardo ai fondi antichi e speciali e alla documentazione locale e a diffonderne la conoscenza nel modo più ampio possibile".

L'Associazione ha come altro scopo quello di "collaborare attivamente alle iniziative e agli interventi che la Biblioteca Forteguerriana periodicamente mette in atto per valorizzare il proprio patrimonio".

Le principali attività degli Amici della Forteguerriana sono quelle di ideare iniziative e progetti, promuovere l'organizzazione di incontri, conferenze, convegni e lezioni con gli studenti in collaborazione con enti e associazioni pubblici e privati.

L'Associazione ha promosso l'organizzazione di una serie di eventi e incontri con esperti locali dal titolo "INCONTRIAMOCI":
"Il linguaggio architettonico a Pistoia, da Giovanni Michelucci a Giovanni Battista Bassi, nel 150° anniversario dell'Unità d'Italia" di Roberto Agnoletti;
"Il linguaggio della matematica - numeri e figure" di Riccardo Ruganti; "Segni plastici nel linguaggio artistico di Andrea Lippi e dintorni" di Roberto Agnoletti; "Il linguaggio della natura" di Massimiliano Petrolo; "Giallo su nero - il linguaggio del racconto 'giallo' " di Laura Vignali e Giuseppe Previti; "Gismondino, Jacopo, Giovanni Lafri - architetti pistoiesi" di Costantino Ceccanti.

Gli Amici della Forteguerriana hanno anche effettuato cicli di conferenze "INCONTRIAMOLI" con la partecipazione attiva degli studenti delle scuole medie inferiori e superiori pistoiesi.

Con l'iniziativa "ADOTTA UN LIBRO", grazie al contributo della Fondazione Banche di Pistoia e Vignole-Montagna Pistoiese, sono stati restaurati cinque volumi di Giuseppe Giusti, "Epistolario", raccolto ordinato e annotato da Ferdinando Martini, Firenze, Le Monnier, 1932-1956.

L'Associazione ha organizzato in collaborazione con la Biblioteca Forteguerriana numerosi convegni sulla storia ed il ruolo delle biblioteche: Storia delle biblioteche; Per una storia delle biblioteche in ToscanaStoria delle biblioteche  e storia della letturaPolicentrismo Culturale: il ruolo delle biblioteche nella cultura italiana in Europa.

Nella primavera 2018 ha organizzato una serie di incontri sulla ricerca genealogica, acura di Elena Vannucchi e Francesca Rafanelli.

Ha collaborato alle due edizioni di: Pistoia. I luoghi e le cose. Festival della storia e dell’editoria locale (22-23 settembre 2018 e 8-9 giugno 2019).

L'Associazione ha collaborato con la Biblioteca Forteguerriana all'organizzazione del ciclo: Un Fondo nel profondo  (2018-2019).  La storia affascinante della Biblioteca Forteguerriana attraverso le sue raccolte: gli studiosi raccontano il loro incontro con il suo prezioso patrimonio descrivendo ognuno un diverso fondo.

Gli Amici della Forteguerriana hanno organizzato nell'anno 2019 una serie di corsi: La ricerca genealogica. lezioni teoriche e pratiche a cura di Francesca Rafanelli, Lorenzo Sergi ed Elena Vannucchi; Storie di biblioteche, storie di archivi a cura di Francesca Rafanelli, Lorenzo Sergi ed Elena Vannucchi

Attività dell'Associazione nell'anno 2022: il 20 gennaio incontro sulla figura di Marino Marini a cura di Marco Leporatti; il 25 ottobre presentazione delle nuove attività per il 2023, il 20 novembre incontro dedicato ai manifesti della Forteguerriana curato da Francesca Rafanelli; il 20 dicembre "Natale in biblioteca": presentazione delle pubblicazioni sul Natale, a cura di Elena Vannucchi, con letture di Marco Leporatti.

Nell'anno 2023, gli  Amici della Forteguerriana hanno organizzato una nuova edizione del ciclo "Un Fondo nel profondo" (2023) in collaborazione con la Biblioteca Forteguerriana, Associazione Amici dell'Istituto Francese di Firenze, Università degli Studi di Firenze - Dipartimento di Lettere e Filosofia, Associazione Storia e Città, dedicata all'approfondimento del fondo Ferdinando Martini.

Il 22 e 23 novembre 2023 gli Amici della Forteguerriana con gli Amici del Forteguerri, la Biblioteca Forteguerriana e il Liceo Forteguerri hanno organizzato un convegno che rievoca le tappe attraverso le quali si è formata la Biblioteca Forteguerriana ed è sorto il Liceo Forteguerri. Le date fondamentali sono il 22 novembre 1423, data del testamento con il quale l’umanista pistoiese Sozomeno legò i suoi libri alla città, il 1473, anno in cui il cardinale Niccolò Forteguerri dispose un lascito per la creazione di un collegio di studi e il 1533, quando ebbe inizio la costruzione dell’attuale edificio della Biblioteca Forteguerriana. Le due giornate sono state dedicate al ricordo di Andrea e Anna Dami,  due "Amici della Forteguerriana", sempre attivamente vicini alla Biblioteca e che avevamo direttamente progettato l’iniziativa.

Nell'anno 2024 gli  Amici della Forteguerriana hanno organizzato due appuntamenti sul tema dell'araldica: giovedì 4 aprile Segni di nobiltà. Stemmi e famiglie pistoiesi, a cura di Francesca Rafanelli e Elena Vannucchi e martedì 16 aprile Stemmi di carta e stemmi di pietra a cura di Elena Vannucchi .

Giovedì 9 maggio 2024,  l'Associazione degli Amici della Forteguerriana, in collaborazione con il Comune di Pistoia e il Dipartimento DILEF -Università degli Studi di Firenze, con la partecipazione di: Università degli Studi di Napoli L’Orientale, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Amici dell’Istituto Francese di Firenze, Associazione Storia e Città, “Amici di Casa Giusti” - Museo nazionale di Casa Giusti.in Biblioteca Forteguerriana hanno organizzato il convegno Ferdinando Martini tra letteratura e impegno politico "Quei libri e quelle carte sono stata la più grande passione della mia vita..." ,  curato da Barbara Innocenti (docente di Letteratura francese - Università degli Studi di Firenze),

Lunedì 3 giugno 2024,  gli Amici della Forteguerriana con Comune di Pistoia, Biblioteca comunale Forteguerriana,  AIB (Associazione italiana biblioteche) e Fondazione Marazza, con il patrocinio di: Università degli studi di Firenze, SISBB Società italiana di scienze bibliografiche e biblioteconomiche hanno organizzato il convegno  "L’inquietudine della ricerca PAOLO TRANIELLO tra biblioteche ed editoria", a cura di Chiara De Vecchis e Mauro Guerrini, in ricordo di Paolo Traniello, per lungo tempo presidente degli Amici della Forteguerriana.

 

Per informazioni:

https://www.facebook.com/amicidellaforteguerriana/

amicidellaforteguerriana@gmail.com